Il Frico è un piatto a base di formaggio e patate, considerato la preparazione culinaria più tipica del Friuli e della cucina friulana.
Si prepara con del formaggio Montasio di diverse stagionature, patate lessate e a discrezione del cuoco anche cipolla, si presenta come una grossa frittata e va servito con la polenta. In origine era un piatto povero finalizzato al recupero degli scarti del formaggio definiti “strissulis”.
A partire dal 1200 viene prodotto il formaggio Montasio che prende il nome dall’altopiano del Montasio, per opera dei monaci benedettini dell’Abbazia di Moggio.
Durante il periodo del Patriarcato di Aquileia, viene per la prima volta codificata una ricetta del Frico, nel “ Libro de arte Coquinaria “ dal cuoco Maestro Martino da Como, ritenuto uno dei migliori cuochi dell’epoca e che per diverso tempo, servì presso il Patriarca Bertrando di San Genesio.

La ricetta originale recita così:

CASO IN PATELLECTE
Piglia del caso grasso, e che non sia troppo vecchio né troppo salato et tagliarai in fettolini o bocconi quadri, o como ti piace; et habi delle padellette fatte a tale mistero; en sul fondo metterai un poco di butiro, overo di strutto fresco, ponendole a scaldare sopra le brascie e dentro li mettirai li ditti pezzoli di caso; et como ti piace che sia facto tenero gli darai una volta, et mettendogli sopra del zuccaro e della cannella; et mandaralo subito in tavola, che si vol magnare dopo pasto et caldo caldo.
Item poterai conciare in altro modo lo ditto caso brustolando, prima arrostendo al foco delle fette dello pane tanto che da ogni lato si incomincino a rostire. mettendo le dicte fette per ordine in una padella da torte; et sopra a quelle ponerai altramente fecte di caso un poco più sottili che quelle dello pane; et sopra la padella mettirai lo suo coperchio fatto caldo tanto che il dicto caso si incominci a struggere o a squagliare et facto questo gli buttarai di sopra del zuccaro con un poca di canella, et zenzevero.
(MAESTRO MARTINO DA COMO, “Libro de arte coquinaria”,1450)

PERCHE’ FRICO DI CARPACCO?
Carpacco è una piccola frazione del comune di Dignano, posta tra Codroipo, sede del consorzio del Montasio, Fagagna, nota per il formaggio di qualità e San Daniele del Friuli conosciuta per la Friulanità del prosciutto crudo.
Il comune di Dignano inoltre è noto per aver dato i natali a Jacopo Pirona, autore del vocabolario della lingua friulana  e quindi patria del friulano scritto, parlato e nel caso del Frico, mangiato.

LA RICETTA
Semplice molto semplice… Formaggio e patate. Non resta che degustarlo scegliendo solo l’originale FRICO DI CARPACCO!